Home / Android / Pearl Jam live report Milano San Siro
Pearl Jam live report Milano San Siro

Pearl Jam live report Milano San Siro

Finalmente ho visto un concerto dei Pearl jam, li rincorrevo ormai da 15 anni. Comincio subito col dire che è stato un evento fantastico: oltre 3 ore di musica e tantissimi brani pescati dai primissimi album della band. Ormai uomini attempati, e con la faccia di chi ha superato indenne l’epoca grunge, Eddie Vedder e la sua band non si sono risparmiati. La presenza nel backstage della famiglia di tutti i musicisti ha contribuito a donare un’atmosfera rilassata ed informale. Certo rispetto ad altre band rock i Pearl jam hanno la capacità di essere evocativi ed ipnotici ed in alcuni momenti (i miei preferiti) i brani sembrano dilatare il tempo fin quasi a fermarlo, quindi è normale che ogni brano che esalta la splendida voce del frontman abbia la capacità di creare un atmosfera unica ed irripetibile. Non si può far a meno di notare che il buon vecchio Vedder tenda molto ad imitare l’amico Bruce Springsteen; come La E-street band, i Pearl Jam danno molto spazio alle canzoni e meno allo spettacolo (luci e scenografie assenti totalmente o ridotte al minimo) come Springsteen, Eddie si lascia trasportare dal suo personaggio di ultimo sopravvissuto di un’epoca breve e maledetta. A guardarlo bene, Eddie Vedder sembra molto più vicino all’immagine del padre di famiglia piuttosto che a quella del Rocker maledetto e tremolante apparso sul palco di un club di milano bel primo concerto italiano della band nel 1992. E sinceramente è molto più credibile oggi. Musicalmente, mi sento di dire che i Pearl Jam sono potentissimi e precisi e per loro il tempo sembra non essere passato (non possiamo dire lo stesso di alcuni membri della E-street). Quella che secondo me potrebbe essere migliorata è la scelta della sequenza dei singoli brani: spesso accostare brani nuovi a quelli vecchi può risultare destabilizzante, specie se come me amate i pearl jam più sussurrati e meno urlati.

Ecco la scaletta completa

Relase
Nothingman
Sirens
Black
Go
Do The Evolution
Cordurory
Lightning Bolt
Mind Your Manners
Pilate
Untitled
MFC
Given To Fly
Who You Are
Sad
Even Flow
Swallowed Whole
Setting Forth
Not For You
Why Go
Rearview Mirror
(Encore)
Yellow Moon
Elderly Woman Behind The Counter in a Small Town
Thin Air
Just Breathe
Daughter
Jeremy
Better Man
Spin The Back Circle
Lukin
Porch
(Encore 2)
Alive
Rockin’ In The Free World
Yellow Ledbetter
20140621-122255-44575641.jpg

About Radio Entropia

avatar
Scroll To Top