Home / Android / Francesco Di Bella & Ballads Cafè, evoluzione di un poeta
Francesco Di Bella & Ballads Cafè, evoluzione di un poeta

Francesco Di Bella & Ballads Cafè, evoluzione di un poeta

Ecco l’album che ti aspetti e che vorresti ascoltare se conosci e apprezzi Francesco Di Bella, leader fondatore e mentore dei 24 Grana; non posso cominciare diversamente questo pezzo. Francesco Di Bella & Ballads Cafè rappresenta il percorso attuale del songwriter napoletano e la testimonianza più attuale del suo essere persona e musicista. Molto del gruppo dub partenopeo viene reinterpretato, risuonato, riprodotto in questo album offrendo una riprosizione certamente più malinconica, quasi rassegnata; così “Vesto sempre uguale” e “la Costanza”, entrambe uscite su Metaversus in pieni anni 90, oggi assumono un valore più profondo, cantate dal Francesco di Bella padre e uomo più maturo con le suole consumate dai kilometri. Chi l’ha visto dal vivo, accompagnato dal versatile Fofò, potrebbe aspettarsi un album acustico, come gli elastici set dal vivo che hanno animato i club di mezza Italia negli ultimi due anni, invece il disco suona di un sottilissimo e dolcissimo elettro-dub cantautoriale che sembra proprio la naturale evoluzione di ciò che erano i 24 Grana. Evidente in “Resto Acciso”, dove la voce di Di Bella pare inghiottita dalla musica e sussurrata all’orecchio dell’ascoltatore, anche nel ritornello che nella versione originale (sempre in Metaversus) era urlato al mondo con rabbia. Introdub in questa versione ci restituisce una poetica scarna e decadente, l’ho ascoltata più volte, e puntualmente  quasi mi scorre una lacrima; sembra di guardare il film della vita di un autore incredibile, partorito dal ventre della città più assurda del mondo orfana della gloria che meriterebbe. Forse negli anni ’90 era il momento di seguire il filone dettato da Almamegretta e 99 Posse, ma una poetica così forte non la ritrovo in nessuna delle band campane partorite in quegli anni. Che dire di più? Comprate questo disco, racimolate gli spiccioli, e andate in un negozio o ordinatelo su internet perchè non potete non averlo.

Ettore Vivo

About Radio Entropia

avatar
Scroll To Top